Ai tempi del Bœuf sur le toit

Maurice Sachs

Collana Senza frontiere

  • Pubblicazione: 5 marzo 2020
  • Pagine: 256
  • Formato: 14x21
  • ISBN: 9788833532844
  • Traduzione: Federico Zaniboni
  • prezzo: € 22,00
    - Sconto 5%: € 20,90
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 25 €

Il libro

Che cosa fosse il Bœuf sur le toit e perché rappresenti un certo mondo e un’epoca è presto detto: in questo celebre cabaret parigino, fondato nel 1921, si ritrovava tutto l’ambiente artistico d’avanguardia nel periodo tra le due guerre. I «tempi» di cui Maurice Sachs racconta in questa sorta di journal intime (dal taglio romanzesco, ma in realtà reportage esatto di un’epoca) sono i cosiddetti anni «folli», quelli compresi tra la fine della prima guerra mondiale e il crollo di Wall Street (1929), quando Parigi era al centro della scena mondiale della cultura e dell’arte. Nelle brillanti e divertenti pagine di questo «diario» si alternano notazioni futili (la moda, le acconciature, le stravaganze di un mondo spesso fatuo), saporosi aneddoti (che hanno magari come protagonisti scrittori, artisti e musicisti, come Gide, Cocteau, Picasso, Picabia, Satie, Djagilev…), e la cronaca di una vita intellettuale ardita e intensa, che ha lasciato il suo segno nel ’900. Un libro tutto da godere, tradotto per la prima volta in italiano.

Dello stesso autore

Nella stessa collana

Il dottor Glas Hjalmar Söderberg

Il dottor Glas

Il canto delle pietre Fernand Pouillon

Il canto delle pietre