Noi, i moderni

Alain Finkielkraut

Collana I Draghi

  • Pubblicazione: 1 gennaio 2006
  • Pagine: 320
  • Formato: 14x21
  • ISBN: 9788871805757
VERSIONE CARTACEA
  • prezzo: € 24,50
    - Sconto 15%: € 20,83
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 25 €

Il libro

Alain Finkielkraut, una delle menti più brillanti e discusse del panorama filosofico francese, dichiara guerra al conformismo del nostro tempo. Una guerra contro i moderni, le loro illusioni e i rischi mortali per l’umanità che esse rischiano di fomentare.

Il libro è un viaggio nel mondo d’oggi e nelle sue insidie, compiuto da un metafisico dotato di modestia, che senza pretese di solennità si diverte a inanellare citazioni di Jules Michelet e brani di Clausewitz, a mettere insieme Goethe e Arthur Koestler per stimolare un corto circuito di idee quando avvicina la nostalgia proustiana di Roland Barthes, guru pentito del radicalismo anni ’70, alla «bontà delle piccole cose» descritta da Vassilij Grossman, un altro scrittore ebreo vittima del totalitarismo.

Nel libro sono raccolte quattro lezioni del corso non «sulla filosofia» ma «sulla loro filosofia» che Finkielkraut da anni destina agli studenti dell’École Polytechnique, la futura élite francese.

Leggi tutto

Nella stessa collana

La fine delle Nazioni Robert Cooper

La fine delle Nazioni

Gente d'Israele Ruthie Blum

Gente d'Israele

In God We Trust Sébastien Fath

In God We Trust