Poemi anglosassoni

Le origini della poesia inglese (VI-X secolo)

AA.VV.

Collana Senza frontiere

  • Pubblicazione: 29 agosto 2019
  • Pagine: 256
  • Formato: 14x21
  • ISBN: 9788833531823
  • A cura di: Roberto Sanesi
  • prezzo: € 24,00
    - Sconto 15%: € 20,40
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 25 €

Il libro

La scelta di testi che qui presentiamo nella bellissima traduzione di Roberto Sanesi ci riporta all’origine della poesia inglese, a quel ricco corpus di poemi e composizioni in versi che, benché poco noti al grande pubblico, rappresentano il punto di partenza di una storia millenaria.
Tutto comincia nel periodo in cui si chiude l’epoca romana e nell’isola imperversano Iuti, Angli e Sassoni. In questo mondo dominato dalla guerra e dalla violenza prende piede il cristianesimo che ha fra gli altri il merito di promuovere la scrittura di testi che fino a quel momento il poeta, membro dell’élite e vicino al re, si limitava a declamare. Beowulf, l’Inno di Cædmon, i racconti delle battaglie di Brunanbuhr, di Finnesbuhr e di Maldon, gli Enigmi e gli Incantesimi, scritti in una lingua diversa dall’inglese, in un periodo in cui l’unità nazionale e quella culturale non si erano ancora costituite, «sono la prima fonte di una tradizione riconoscibile e inequivocabile, lo specchio autentico di un atteggiamento da cui lo spirito inglese – nelle sue manifestazioni più vive e dirette, pur in mezzo a contraddizioni interne e interferenze diverse e innumerevoli – non si è mai distaccato del tutto».