Autore del Mese

«Le radici più autentiche del Mito hanno da tempo immemorabile attecchito dentro di noi: premono ancora nei nostri sogni e negli interrogativi che talvolta ci poniamo guardandoci semplicemente allo specchio, nel tentativo di comprendere chi siamo veramente»

– Mircea Eliade, «Miti, sogni, misteri»

Storico delle religioni, orientalista, scrittore e filosofo, Mircea Eliade è stato uno dei maggiori studiosi del XX secolo. Nato il 13 marzo 1907 a Bucarest, per il 110° anniversario della sua nascita, dedichiamo questo mese a rileggere le sue tesi intramontabili.

Riformatore nel suo campo di studi, era un uomo dalla cultura sterminata e un grande viaggiatore. Nato in Romania, ha viaggiato, vissuto e studiato in diverse parti del mondo. Poliglotta e amante della lingua, parlava e scriveva nelle principali lingue europee e asiatiche. 

Affascinato dal pensiero di Papini e dalla cultura italiana, soggiornò per lunghi periodi nel nostro Paese, apprendendone la lingua e le usanze. Dopo la laurea in filosofia all'università di Bucarest, una borsa di studio gli permise di studiare a Calcutta, dove avvennero molti degli incontri che cambieranno la sua vita e quello fondamentale con la filosofia indiana. 

Dopo essere tornato in Romania per insegnare e perfezionare le sue tesi, si trasferì a Parigi per proseguire nella ricerca e nell'insegnamento. Il periodo in una città che amava fortissimamente segnò però anche il punto di non ritorno del suo animo da esule, sempre diviso tra una lingua e l'altra, una nazione e l'altra.

Sempre tendete verso l'altro, verso quello che non si può conoscere, il suo lavoro sul Mito e sui bisogni dell'uomo espressi attraverso la religione e il pensiero magico è ancora oggi una fonte inestimabile di spunti e argomenti. L'eterna pulsione della sua anima era quella di unificare il reale, illuminando l'arcaico bisogno spirituale che precede ogni simbolo, ogni mito, ogni cultura.

Oltre che per un giovanile avvicinamento al nazionalismo, le sue tesi sono oggi criticate da una branca accademica che vede nel suo lavoro un'ossessiva ricerca di unità tra diverse tradizioni e un'eccessiva spinta alla semplificazione.
Quello che rende straordinario il suo lavoro è invece proprio la capacità di coniugare la profondità del pensiero critico e il bello stile che lo ha reso celebre, l'ineffabile leggerezza con la quale si sposta da un argomento all'altro, tessendo una fitta trama di connessioni tra tradizioni lontane

Mircea Eliade

Mircea Eliade

13 marzo 1907 - 22 aprile 1986

Mircea Eliade (1907-1986) è stato uno dei più grandi storici delle religioni del XX secolo e un profondo conoscitore del mondo orientale. La sua vasta produzione comprende saggi, trattati, opere letterarie e scritti autobiografici. Tutte le sue principali opere sono tradotte in italiano.