Argomento del mese

Marzo: la festa della donna.

mese-marzo-donne-libri

A marzo abbiamo deciso che non basta un giorno, quello della festa della donna, da dedicare alle ragazze, alle mamme, alle zie e alle nonne, alle figlie e alle nipoti, alle fidanzate e alle mogli. E abbiamo deciso che Marzo, per Lindau (e speriamo lo sia anche per te), è il mese dedicato alla donna.

Lo facciamo a modo nostro, con un bouquet di fiori libri.

Storie di donne scrittrici, attrici, traduttrici, protagoniste della loro vita, del loro tempo e della loro arte.

Donne che raccontano la loro vita e il loro lavoro o protagoniste di storie scritte da altri.
Belle, intriganti, dalla vita misteriosa, dal pensiero così profondo e vasto da rischiare di perdersi.

Quando siamo in giro per fiere e saloni, chi chiede un consiglio su un libro parte spesso dalla storia che viene raccontata o da quello che sta cercando. Anche in libreria si sente sempre: «Vorrei un libro fatto così e cosà».
Poi si passa all'autore, chi è e come scrive.
Ultima, fondamentale prova: «Chi c'è al centro della storia?».

Non si parla qui tanto di che cosa fa, quanto di quello che è. Avere un protagonista o una protagonista cambia molto più del genere di aggettivi e verbi: cambia la trama, cambia il modo in cui la storia si svolge. E cambia anche la credibilità che siamo disposti, alla cieca, ad accordare a chi scrive. Poche cose sono più difficili per uno scrittore di ricreare una voce femminile, e non è un caso che anche molti grandi abbiano fallito nel tentativo.

Il nostro boquet di libri l'abbiamo composto così, andando a pescare dal nostro catalogo le scrittrici che amiamo di più, e gli scrittori che meglio di altri hanno saputo raccontarne la storia, ricrearne la vita e la voce.

«Vorrei una storia con al centro una donna forte».
Un libro autobiografico, introspettivo, sull'arte dello scrivere, per una ragazza o una signora, una biografia o un romanzo? Tra questi 10 libri potrai trovare il libro che fa per te.

E quando un'autrice prova a riprodurre la voce di un uomo?
Ci riesce quasi sempre, ma ne parliamo un'altra volta.