Storia di F. Ozanam

L'uomo che non aveva paura della crisi

Giorgio Bernardelli

Collana I Pellicani

  • Pubblicazione: 1 febbraio 2013
  • Pagine: 144
  • Formato: 14x21
  • ISBN: 9788867080465
  • prezzo: € 14,00
    - Sconto 5%: € 13,30
Ultima copia disponibile Spedizione gratuita per ordini superiori ai 25 €

Il libro

Vissuto tra i grandi conflitti sociali ed economici della Francia post-rivoluzionaria – in una temperie culturale non così diversa dall’attuale, segnata profondamente dalla modernità, dal laicismo e dal materialismo d’impronta scientifica –, Frédéric Ozanam (1813-1853), fondatore della Società di San Vincenzo de’ Paoli, non maledisse il suo tempo né si lasciò sedurre dalla violenza. Si indignò invece di fronte all’ingiustizia e alla povertà, trovando sempre il coraggio di rialzarsi dalle sconfitte personali e di immaginare strade nuove. Precursore della dottrina sociale della Chiesa, ma soprattutto testimone dell’impegno per una società più giusta, Ozanam è l’icona di un cristianesimo giovane, e non solo per motivi anagrafici: giovane fu il suo temperamento, il suo idealismo, la sua voglia di cambiamento. Come pure il suo modo di leggere il Vangelo. Ed è bello ricordare come Giovanni Paolo II – in occasione della beatificazione del 1997 – ne abbia sottolineato l’«ardore», l’impazienza, la febbre da futuro che dovrebbe essere il termometro della vitalità di ogni comunità cristiana, sempre ma specialmente nei periodi di crisi.

Nella stessa collana

Beati i puri di cuore, perchè vedranno Dio Salvatore Mannuzzu , Goffredo Fofi

Beati i puri di cuore, perchè vedranno Dio