La quinta età

Camilla Salvago Raggi

Collana Senza frontiere

  • Pubblicazione: 28 novembre 2019
  • Pagine: 152
  • Formato: 14x21
  • ISBN: 9788833532288
  • prezzo: € 16,00
    - Sconto 15%: € 13,60
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 25 €

Il libro

Si scrive un diario per fissare sulla carta una traccia di ciò che accade, districare la matassa di emozioni e pensieri che via via si forma, cercare un possibile (e improbabile) disegno. Ed è inevitabile che la visuale cambi con il trascorrere degli anni, parallelamente al mutare della prospettiva. Se nell’infanzia si vive unicamente il presente e con la giovinezza l’orizzonte si allunga in direzione di un futuro che pare infinito, con l’età matura, quando il tempo manca, lo sguardo si fa più ampio e più profondo.

È dalle vette della quinta età che Camilla Salvago Raggi ci narra in queste pagine una stagione di letture, riflessioni e memorie. Gli eventi di ogni giorno aprono infatti la strada a ricordi radicati nel tempo: quelli di una antica famiglia aristocratica, di una intensa vita letteraria condivisa con il marito, Marcello Venturi, di interessi e passioni che si avvicendano nel tempo. Sono tanti i personaggi che popolano il suo racconto: Elena Croce, Elémire Zolla e Cristina Campo, Gian Giacomo Feltrinelli, Raffaele Crovi, Lalla Romano, Michele Prisco… e ciascuno di essi è colto con fine esattezza. Lo stesso accade per i luoghi, i viaggi, i libri. Ne risulta – forse oltre le stesse intenzioni dell’autrice – un convinto inno alla vita, quando è vissuta con intelligenza e sensibilità.

Provarsi a tenere un diario? L'ho fatto tante volte, e regolarmente, dopo un paio di settimane, ho smesso. Adesso, giunta alla quinta età, vorrei provarmici un'altra volta. Anche perché la stagione invita a dare inizio a qualcosa – più che a Capodanno. Data che, inaugurando un anno nuovo, dovrebbe dare l'avvio a nuovi propositi, nuovi progetti. In realtà è l'autunno che li ispira. Archiviata l'estate, viene una stagione più intima, più raccolta. Si sta in casa – io per lo meno ci sto – e mi godo la prospettiva dei lunghi mesi che mi aspettano – tanti libri da leggere e almeno uno da scrivere, la gatta per compagnia.

Nella stessa collana

Il dottor Glas Hjalmar Söderberg

Il dottor Glas

Il canto delle pietre Fernand Pouillon

Il canto delle pietre