Alchimia della fiaba

Giuseppe Sermonti

Collana Biblioteca

  • Pubblicazione: 27 giugno 2019
  • Pagine: 256
  • Illustrazioni: in b/n nel testo
  • Formato: 14x21
  • ISBN: 9788833531830
  • Prefazione: Elémire Zolla
  • Postfazione: Giulio Giorello
  • prezzo: € 24,50
    - Sconto 15%: € 20,83
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 25 €

Il libro

Giuseppe Sermonti per molti anni si è dedicato a una serrata riflessione intorno alla scienza e alla sua pretesa di elaborare la sola spiegazione valida della realtà. Denunciando la sua presenza sempre più invadente, ha compiuto una sorta di «percorso a ritroso», recuperando come termini di confronto i saperi che la scienza ha messo in disparte negli ultimi due secoli: la religione e la tradizione popolare, interpretazioni diverse ma coerenti della Natura e della sua sacralità.

Affascinato dalla struttura simbolica della vita, dalle sue leggi eterne e ordinate, Sermonti ha messo in discussione il metodo scientifico quale unica via di accesso alla verità e rivitalizzato il senso della fiaba, intesa come rappresentazione delle strutture profonde dell’Universo, come narrazione allegorica delle attività fondamentali dell’uomo, la caccia e l’agricoltura innanzitutto. In particolare, in quest’opera ormai classica – edita per la prima volta da Rusconi nel 1989 – Sermonti ha proposto un’esegesi chimica (alchemica) di alcune delle fiabe più famose, da Biancaneve a Cappuccetto Rosso, a Cenerentola, svelando i significati perduti collegati all’estrazione e lavorazione dei metalli.

Come ha scritto Elémire Zolla, riunendo i fili di miti e simboli appartenenti a varie culture, Sermonti ha ricercato nelle fiabe «i sempre uguali archetipi della metamorfosi [che] si esprimono via via come luna nera, cava e piena; come pietra grezza, opera chimica e fulgore liberato; come seme, pianta crescente, fiore».

Nella stessa collana

Fior da fiore. Novelle Botaniche Giuseppe Sermonti

Fior da fiore

Lo Zibaldone di Romano Amerio Romano Amerio

Zibaldone

Yoga Mircea Eliade

Yoga