LindauClub

banner_sito_LindauClub2021

Il LindauClub è nato nei terribili giorni del lockdown, quando siamo stati "sepolti" da un'autentica valanga di ordini, straordinaria testimonianza della stima e dell'affetto con cui molti lettori ci seguono.
Il nostro desiderio è che diventi sempre di più un mezzo per condividere la comune passione per i libri.

Ecco come funziona.

Tutti coloro che hanno comprato o compreranno sul nostro sito un libro (non importa il suo prezzo o il catalogo a cui appartiene) sono automaticamente iscritti al LindauClub.

L’iscrizione al LindauClub dà diritto a una serie di vantaggi. Gli iscritti al LindauClub:

  1. potranno accedere a un posto riservato alle presentazioni online che organizziamo regolarmente con i nostri autori;
  2. potranno ordinare copie firmate e dedicate dall’autore di alcuni nostri libri;
  3. al termine di ogni anno riceveranno in omaggio uno dei nostri libri, che potranno scegliere all'interno di un'ampia rosa di proposte;
  4. potranno accedere a condizioni di particolare favore ai nostri corsi.

L’iscrizione al Club segue l’anno solare, indipendentemente dal momento in cui è stato effettuato l’acquisto e scade il 15 gennaio di ogni anno (la prossima data di scadenza sarà il 15 gennaio 2022).

Per rinnovare l’iscrizione sarà sufficiente effettuare un acquisto di almeno 30 euro a partire dal 15 novembre di ogni anno (dunque dal 15 novembre 2021 per acquisire l’iscrizione per il 2021).

In qualunque momento, si potrà recedere dall’iscrizione inviando una semplice email all’indirizzo: relazioniesterne@lindau.it.

 

Gli incontri con gli autori

 

Edurne Portela in dialogo con Paolo di Paolo
e Monica R. Bedana

Alba vs vampiri, la guarigione dai traumi amorosi
con Pier Pietro Brunelli

Tsuhara Yasumi in dialogo con Massimo Soumaré

Francesco Baucia in dialogo con Orazio Labbate

Gabrielle Filteau-Chiba in dialogo con Annarita Briganti

Daniel Charneux in dialogo con Annachiara Sacchi

Petra Harlieb in dialogo con Silvia Chiarini,
Loriana Ursich e Juliana De Angelis

Héctor Abad Faciolince in dialogo con Paolo Cognetti