Marziale tradotto da Enzo Mandruzzato

Enzo Mandruzzato

Collana Senza Frontiere

  • Pubblicazione: 16 marzo 2017
  • Pagine: 608, testo originale a fronte
  • Formato: 14x21
  • ISBN: 9788867085866
  • Prefazione: Rosa Maria Gallabresi, Enzo Mandruzzato
VERSIONE CARTACEA
  • prezzo: € 36,00
    - Sconto 15%: € 30,60
Spedizione gratuita per ordini superiori ai 25 €

Il libro

Valerio Marziale, grande maestro dell’epigramma – di cui ha codificato le caratteristiche tematiche e letterarie nei quindici libri che ci sono pervenuti – è anche il più autentico cantore del carpe diem, ovvero della capacità di cogliere quanto di meglio l’esistenza quotidiana offre, sopportandone con temperato stoicismo gli aspetti più difficili o dolorosi. 

Nella sua poesia, Marziale vuole conservare «il sapore dell’umano» in modo che «la vita si riconosca e si legga». Immerso nella folla multiforme della Roma dei Flavi, raccoltasi per l’inaugurazione del Colosseo, fissa lucide istantanee che traduce in versi ricchi di quelle emozioni che solo le «verità» umane suscitano, e che possono ispirare sia la satira spietata sia la simpatia e la compassione. Né moralista né complice di quanto si offre al suo sguardo, a volte, per sopportarne il peso, trasfigura la vita attraverso le proprie capacità fantastiche, in quel crescendo e decrescendo che Enzo Mandruzzato, suo traduttore magistrale, ha definito il «barocco» di Marziale.

A scuola lo si legge poco, eppure che fosse un vero poeta accostabile a Catullo fu Friedrich von Schlegel a dirlo sulle pagine della rivista «Athenaeum», all’alba del Romanticismo tedesco, quando si cominciò a comprendere gli antichi senza superstizioni classicistiche.

In questa inedita traduzione di un’ampia scelta dei suoi epigrammi, Mandruzzato ne intuisce e asseconda il pensiero poetico e lo rende vivo e schietto in italiano quanto è nudus et venustus nel suo perfetto latino.

Nella stessa collana

Cronache brasiliane Joaquim Maria Machado de Assis

Cronache brasiliane

Il soldato nudo Gian Piero Bona

Il soldato nudo

Il dottor Glas Hjalmar Söderberg

Il dottor Glas