Kahil Gibran

Kahlil Gibran, nato nel 1883 in una modesta famiglia cristiana del Libano, nel 1894 conosce la dura realtà dell’emigrazione verso gli Stati Uniti. Quando arriva in America, della sua lingua di origine conosce «poco più che le lettere dell’alfabeto». Per questo nel 1897 torna in Libano a studiare lingua e tradizioni arabe. Qui trascorre l’adolescenza e da questo soggiorno deriva il suo doppio registro espressivo, orientale e occidentale. Nel 1908 è a Parigi dove completa la sua formazione di scrittore e di pittore. Ritornato in America, muore a New York nel 1931. Delle sue molte opere, oltre a Cose strane e meravigliose (raccolta che contiene Iram dalle alte colonne) ci limitiamo a ricordare la più celebre: Il Profeta, nella traduzione di Gian Piero Bona.